Berlusconi e il riconoscimento delle unioni omosessuali

Dalle battute omofobe (“meglio guardare le belle ragazze che essere gay”) all’apertura nei confronti delle unioni tra persone dello stesso sesso. Il Cavaliere, noto per i suoi repentini cambiamenti, ha superato se stesso.

Gli elettori di Forza Italia, nel frattempo, trovano più difficile seguire la linea. Da una parte il 49% dell’elettorato azzurro, che considera corretta la presa di posizione dello stesso leader, dall’altra una percentuale quasi analoga, pari al 43% che, invece, la pensa in modo del tutto opposto.

Ago_2014_07_04_G2

 

Dati tratti dall’Osservatorio Politico Nazionale (edizione del 4/7/2014) realizzato dall’Istituto Ixè per Agorà-RAI 3

Lascia un commento

© 2013-2015 Istituto Ixè S.r.l. - C.F. e P.IVA 01238270324