La riforma della legge elettorale. E’ un “plebiscito” per le preferenze

Sostiene Paolo Natale su Europa che “se chiedessimo agli italiani se è più giusto avere le preferenze o le liste decise dai partiti, secondo voi cosa potrebbero mai rispondere? Non c’è bisogno del mago Otelma, e non c’è nemmeno bisogno di effettuare un sondaggio per saperlo”.

In parte ha ragione, non esiste la domanda perfetta (e, ahinoi, nemmeno la risposta). Quello che si riesce a fare, invece, è restituire uno spaccato delle opinioni dei diversi elettorati per comprendere fino a quanto questo risultato sia trasversale o, invece, provenga solo da determinati blocchi politici. Nello specifico possiamo notare come gli elettori di Partito Democratico, Forza Italia e Movimento 5 Stelle rispondano in maniera pressoché simile, mostrando un’unità di intenti (almeno sul tema) che va ben oltre i classici confini dei partiti.

Preferenze_graf1

Lascia un commento

© 2013-2015 Istituto Ixè S.r.l. - C.F. e P.IVA 01238270324