Preferisco il bio: italiani e cibo biologico

Sempre meno pesticidi e sempre più colture “naturali”: l’Italia è prima in Europa per aumento di superfici coltivate secondo il metodo biologico (+ 303.071 ettari tra il 2015 e il 2016, secondo il rapporto FIBL e AMI presentato a Norimberga lo scorso febbraio) e mantiene il primato per numero di produttori nel settore.

E il paesaggio sembra cambiare insieme al gusto degli italiani: il 20% consuma regolarmente prodotti biologici, e il 40% dichiara di acquistarli spesso, consolidando così il trend degli ultimi dieci anni.

 

 

 

 

I 25-34enni sembrano i più desiderosi di mangiare alimenti “puliti” e sani, forse anche per un’attenzione alla sostenibilità ambientale, mentre il 26% dei 55-64enni riesce a consumarli regolarmente.

 

 

 

Scegliere prodotti biologici è probabilmente l’esito di una riflessione e dell’accesso alle informazioni riguardo al rapporto tra cibo e salute e all’impatto ambientale delle produzioni agroalimentari: forse anche per questo la percentuale dei consumatori bio sale al 73% nel segmeto di popolazione con una scolarità più alta.

 

 

 

Le regioni con maggiore estensione di superfici biologiche sono quelle del Sud, ma l’abitudine di consumare alimenti bio sembra più radicata tra gli abitanti del Nord Est.

 

 

 

 

Dati tratti dall’indagine Ixè-Coldiretti ottobre 2017.

Campione di 1000 italiani maggiorenni

© 2013-2015 Istituto Ixè S.r.l. - C.F. e P.IVA 01238270324